decoarreda.it home page

Vi invitiamo a visitare il nostro shop su http://www.decoarreda.it: completamente rinnovato, una nuova selezione di prodotti per l’arredo scelti fra talentuosi produttori italiani, in particolare veneti, che verranno affiancati da alcune particolari o insolite produzioni internazionali di qualità.

Vi aspettiamo! … e fateci sapere la vostra opinione: è preziosa per noi!

Laboratorio certificato

Il primo laboratorio certificato Digigraphie del Veneto.

dal 2009

DownloadedFile

Fissati con la qualità

La qualità delle nostre realizzazioni è il nostro chiodo fisso: siamo maniacali in tutto, contro i nostri interessi!

Se le immagini che desiderate riprodurre non soddisfano gli standard che ci garantiscono di offrirvi la migliore qualità di prodotto, faremo tutto il possibile affinchè la nostra consulenza vi  consenta di ottenere risultati migliori, aiutandovi a scegliere il formato più adatto (anche se più piccolo di quello che avreste voluto!) e il supporto adeguato (magari che mitighi eventuali imperfezioni del file).

Fine-art

Artmedia di CarattereStudio Vi propone una selezione di prodotti realizzati con i migliori materiali certificati per la riproduzione d’arte di pregio, seguendo il protocollo di qualità Digigraphie di Epson per garantire risultati eccellenti, duraturi e replicabili.

Artmedia è l’unico laboratorio certificato Digigraphie del Veneto.

Ogni soggetto viene realizzato in tiratura limitata numerata e firmata dall’autore, ed è corredato di certificato e timbro a secco del laboratorio.

Punzone_DIGI_750x400

Fotografia professionale

Stampa fotografica professionale a 8 colori con inchiostri UltraChrome K3: una qualità di stampa superiore grazie al micropunto, impercettibile anche attraverso ad un lentino per l’analisi della stampa.

Inoltre, la gestione colore avanzata ed i profili creati ad hoc per ogni supporto di stampa, le calibrazioni giornaliere e l’utilizzo di soli materiali originali, garantiscono oltre ad una estrema fedeltà del colore anche la replicabilità del risultato a distanza di tempo.

Fra i materiali di qualità garantita le carte fotografiche Ilford: la nostra preferita Galery Pearl, una struttura magica con riflessi quasi argentei che valorizza ogni tipo di fotografia, dal ritratto a paesaggio, dall’arte al bianco e nero.

Pannelli e telai

Pannelli in

  • alubond – due lamine di alluminio verniciato con interposto materiale plastico ad alta densità che ne garantisce eccellente planarità;
  • foam – un pannello composito leggero con un’anima di poliuretano espanso bianco e due facce in cartoncino teso privo di acidi;
  • kapamount – anima in poliuretano espanso grigio e superfici in cromo cartone rinforzata in alluminio;
  • forex – estruso in PVC espanso bianchissimo con superficie antistatica;
  • d-rex – anima in polistirene espanso estruso e superfici in PVC espanso (forex): supporto che garantisce eccezionale planarità anche per grandi dimensioni;
  • plexi – lastre estruse in PETG, trasparenti o opaline;
  • macrolux – policarbonato trasparentissimo, flessibile e antigraffio;

anche bordati – o incorniciati .

Il montaggio avviene con biadesivo di alta qualità a pH neutro specifico per fotografia resistente all’umidità e all’invecchiamento.

Telai per canvas:

  • in legno
  • profili di diversi spessori – 1,7 /2,8 / 3,4 / 4 cm

Un tuffo nell’arte della rilegatura giapponese: la sua storia, le tecniche e i materiali.
In tre incontri di due ore apprenderete le tecniche di base e la disciplina per realizzarle con cura.
La legatoria giapponese (watoji) si è arricchita di tecniche e stili nel corso dei secoli. In essa sono presenti gli elementi essenziali dell’arte e della filosofia orientale. Una semplicità non di esecuzione bensì fatta di misura e leggerezza, per un risultato estetico di estrema pulizia ed eleganza.
Daremo un po’ d’attenzione alla storia, ci concentreremo sulla manualità e l’accuratezza.
Un laboratorio zen.

ISCRIZIONI: è disponibile la prenotazione su Ikiya_corsi di cultura giapponese_watoji


 

 

Programma del corso BASE:
Lezione 1
• un po’ di storia
• preparazione dei materiali
– la copertina semplice
– le pagine a portafoglio (fukuro toji)
• la rilegatura a 4 fori (yotsume toji)

Lezione 2
• un altro po’ di storia
• le copertine rivestite
• varianti della rilegatura a 4 fori (Kangxi, Asa-no ha toji, Kikko toji)


Lezione 3
• la storia continua…
• libri per cerimonie: yamato toji
• i taccuini

Materiali:
Vi verranno forniti i seguenti materiali, compresi nell’iscrizione:
– cartoncini per copertine
– carte stampate e tessuti per rivestimento
– fogli interni
– tessuto angolare
– cordino in cotone
– filo di seta

Strumenti:
Vi chiediamo di dotarvi dei seguenti materiali* per partecipare attivamente al laboratorio:
– base di lavoro/piano di taglio f.to A3
– 2 fermafogli
– righello e squadretta (meglio in metallo)
– pieghino/osso
– ago da lana
– puncher/perforatore a un foro
– colla tipo coccoina (nel kit verrà fornita colla in pasta vegetale)
– matita
*Nel caso non ne siate forniti, è possibile in fase di iscrizione richiedere il kit completo a 45,00 €
in cui è compreso, oltre ai suindicati materiali, anche un rullino per colla

 

Salva

Salva

Salva

Partecipazioni di matrimonio

Gli esempi che vedete nelle immagini sono pezzi unici realizzati appositamente per una coppia di sposi (e una soltanto!) seguendo i suoi gusti ed il suo tema oppure aiutandola a scegliere uno stile adatto alla stagione ed alla location, al carattere ed ai gusti personali. Non ne vengono mai realizzati due uguali!
Papermedia vi offre soluzioni originali, eleganti e mai banali per vivere il giorno più bello della vostra vita. Le vostre partecipazioni parleranno di voi!

Ci trovi su:

www.matrimonio.com/partecipazioni-nozze/papermedia--e158206

                   

•  Tipografia
•  Letterpress
•  Fustellatura e cutting
•  Doratura a caldo
•  Stampa digitale

                   

•    Consulenza Wedding Designer: progettazione e realizzazione dello stile
•    Coordinati grafici in materiale pregiato
•    Partecipazioni, inviti, save the date e ringraziamenti
•    Coorinati per la cerimonia: libricini del rito, coni di riso e petali, ventagli
•    Realizzazione di scenografie ed allestimenti
•    Materiali e scenografia per photobooth
•    Coordinati per il ricevimento: menù, segnaposto, segnatavolo
•    Tableau mariage personalizzati
•    Creazione su misura di portaconfetti, tag per bomboniere
•    Etichette per bottiglie personalizzate

                 Tableau marriage     Photobooth

Potrete scegliere il supporto ideale fra numerosi tipi di carta :

•    Gmund
•    Rives
•    Cordenons
•    Munken
•    Favini
•    Fedrigoni

                Ceralacca con sigillo

Salva

Salva

Salva

STAMPAesponi!

Selezioniamo Artisti!

Anno Nuovo Rassegne Nuove

dopo il grande successo dell’ultima rassegna “Illustratrici in Autunno”, inizia la ricerca per la serie di mostre della Primavera: selezioniamo fotografi, illustratori e artisti digitali (prossimamente anche pittori, incisori e altre tecniche). Un mese di personale nell’ArtMedia Gallery con vernissage e promozione social, e la possibilità di venir scelti per il nuovo catalogo online degli artisti con 10 opere da poter promuovere nello shop e una pagina portfolio da personalizzare!

Spargete la voce, Vi aspettiamo!

Solitudini_Santarossa04

progetto:   Solitudini e Abbandoni – poesie di Alda Merini e fotografie di Marika Santarossa |


progetto grafico:   Marika Santarossa |

fotografie:   Marika Santarossa |

specifiche tecniche:   f.to 12×18 cm chiuso – 24×18 cm aperto |
56 pg. più copertina, stampa 1/1 colori, carta Sistina avorio da 120 gr, rilegatura brossura filo refe, risguardi sambuco, copertina tessuto nero con impressione a pastello bianco.

Solitudini_Santarossa03

La parola poetica possiede una forza espressiva capace di creare delle immagini mentali in ognuno e di svelare forti emozioni interiori. Attraverso il mezzo fotografico si può pensare di portare alla
luce questi stati d’animo in modo visivo.
Solitudine ed abbandono, in tutte le loro forme, riecheggiano in questa lettura per immagini volta ad enfatizzare l’espressività delle parole della poetessa. Ventuno poesie di Alda Merini sono interpretate fotograficamente mantenendo un equilibrio di compensazione con il testo scritto, rendendo così la fotografia tanto espressiva quanto la poesia dalla quale nasce. La ricerca fotografica si focalizza nel catturare particolari inattesi, mantenendo un senso che in alcuni casi è fedele rispetto a nessi immediati o logici, in altri si abbandona a un flusso emotivo. Le poesie scelte vogliono rendersi testimonianza dell’intera vita della poetessa: dai primi componimenti, all’esperienza manicomiale, alla vita fuori da quelle mura.
Alda Merini, una donna che si abbandonava alla follia, al dolore, all’amore, alla poesia, alla solitudine.

Solitudini_Santarossa05

Solitudini_Santarossa01

Il progetto ha come fine quello di interpretare e restituire in immagini ventuno poesie della poetessa Alda Merini mantenendo un equilibrio di compensazione con il testo scritto,
rendendo così la fotografia tanto espressiva quanto la poesia dalla quale nasce. Dopo uno studio approfondito della vita e delle opere di Alda Merini, aver individuato gli aspetti predominanti della sua poesia, una registrazione diretta degli spazi intimi e raccogliendo interviste di esperti, studiosi e conoscitori della poetessa, la ricerca trova la sua concretizzazione con la realizzazione di un libro in cui, tramite il mezzo fotografico, si evoca un’esperienza personale altrui attraverso un’interpretazione soggettiva ed emotiva che segue sia un filo logico che narrativo con le poesie. Una lettura per immagini volta a enfatizzare l’espressività delle parole della poetessa.

Solitudini_Santarossa02

 

Album fotografico fine-art, grande formato: aperto 80×30 cm, chiuso 40×30 cm

Album_fineart03

stampato su carta Watercolour  e rilegato a mano con accoppiamento panoramico, che permette di valorizzare anche immagini a piena pagina,

Album_fineart02

Album_fineart01

copertina cartonata da 3mm rivestita in tessuto di viscosa naturale blu notte.

Album_fineart05

Yokai

Yokai_Donofrio_02

progetto:   Yokai – Bestiario delle creature mitologiche giapponesi antiche e moderne  di Eleonora D’Onofrio |


grafica:   Eleonora D’Onofrio |

illustrazioni:   Eleonora D’Onofrio |

testi:   Eleonora D’Onofrio |

Vi starete chiedendo: “cosa sono questi Yokai?”
Gli Yokai sono delle creature soprannaturali del folklore giapponese, durante gli anni sono state usate molte parole per tradurre il concetto – demoni, mostri, goblin, spiriti- ma ognuna di queste non può catturare il significato culturale racchiuso nell’essenza di quel termine. La parola in se è composta da yo, “disarmante”, e kai, “strano”, e questo include più di semplici mostri e demoni ma anche alcuni tipi di divinità (kami), fantasmi (yurei), creature trasformate (bakemono), leggende metropolitane ed altri fenomeni soprannaturali e non. Semplicemente non è traducibile perché non c’è il loro equivalente culturale in italiano, come per le altre parole giapponesi come samurai, geisha, ninja, sushi, etc.

Yokai_Donofrio_04

Yokai_Donofrio_05A

Secondo il Kojiki, quando la divinità Izanagi ritornò dalle terre degli Yomi (demoni) si purificò facendo un
bagno nel lago. Come asciugò il suo corpo, ogni goccia di acqua che cadeva veniva assorbita dal suolo
imbevendolo di poteri sopprannaturali e così naquero gli yokai. Nel mito della crazione dal punto di vista
Giapponese, la terra stessa, le rocce, gli alberi, le montagne ed i fiumi, erano infuse di poteri magici. Questa
energia veniva compressa ed estesa dagli eventi naturali come l’esplosione di un vulcano o un’acquazzone e
così si creò la vita grazie a quegli scontri. Gli yokai hanno molte forme e variano come l’immaginazione e le
emozioni dell’uomo perché sono appunto creati dallo stesso tipo di energia o DNA.

Yokai_Donofrio_01A

Yokai_Donofrio_06

 

 

La città ti guida 02

progetto:   Rovigo – La città ti Guida di Matteo Zennaro |


grafica:   Matteo Zennaro |

foto, illustrazioni e infografiche:   Matteo Zennaro |

testi:   Matteo Zennaro |

L’idea è partita dalle esigenze del territorio e si è sviluppata poi nella definizione di un “destinatario ideale”, ovvero il viaggiatore giovane, curioso, che non si accontenti di visitare una città per l’importanza dei suoi monumenti o il prestigio dei musei, ma che cerchi nel viaggio e nella scoperta il valore esperienziale ed emotivo che ne deriva.

Il progetto si è quindi strutturato partendo dai concetti di Esperienza, Emozione e Necessità personali, per poi allargarsi a quelle di un destinatario ideale, nel contesto particolare della città di Rovigo. Le interviste ai cittadini e le fotografie alla città, fatte conoscendo, girando, ascoltando e “viaggiando” ancora una volta Rovigo, sono state fondamentali per lo sviluppo del Progetto.

La città ti guida 04

fotografie:   Tutte le fotografie della guida sono state scattate con una Diana-F del 1966, adattata per montare rullini da 35 mm. Questo spiega il formato “allungato” delle pose, nessuna delle quali è stata tagliata o ritoccata. Tale scelta trova la sua giustificazione nella definizione del movimento lo-fi (low fidelity), considerata da molti come una reazione alle moderne e perfette tecnologie digitali. Naturalmente questo movimento si rifà alla fotografia Lomo sperimentale degli anni ‘60-’70, riprendendone gli stessi strumenti semplici, imperfetti e casuali. Per tali caratteristiche, ho scelto di adottare questa tecnica fotografica: poca prevedibilità del risultato, colori accesi e piacevoli, sovrapposizione di forme, che suscitano nello spettatore un’emozione visiva più originale, semplice e d’impatto, senza dare nulla per scontato!

La città ti guida 03

specifiche tecniche: f.to 10,5×20 cm chiuso – 21×20 cm aperto |

N pagine più copertina, stampa 4/4 colori su carta per editoria Munken Lynx da 170 gr , rilegatura brossura cucita filo refe, copertina carta usomano da 300 gr e alette con mappe stampata a 4 colori con plastificazione opaca.

La città ti guida 05 La città ti guida 06

progetto:   Una valigia di parole a cura di Bruna Graziani |


collana: Il Portolano – Quaderno n. 2 |

Raccolta antologica di racconti realizzati durante il laboratorio di scrittura autobiografica creativa tenuto da Bruna Graziani.

grafica:   Ingrid Ingrassia |

illustrazioni:   Alessandro De Bei |

specifiche tecniche:   f.to 15×18 cm chiuso – 30×18 cm aperto |
102 pg. più copertina, stampa 1/1 colori, carta per editoria Aralda da 100 gr, rilegatura brossura, copertina stampata a 4 colori con plastificazione opaca.

Zarzuachi

progetto: Zarzuachi – I Racconti delle Cicale di Maria Rossetti Dovi


autore: Maria Rossetti Dovi |

grafica: Roberto Passuello |

foto: Archivio di famiglia / ricerca |

specifiche tecniche: f.to 21,5×27,5 cm chiuso – 43×27,5 cm aperto |

102 pagine più copertina, stampa 4/4 colori su carta per editoria di pregio 170 gr, rilegatura brossura fresata, copertina con alette stampata a 4 colori e plastificazione opaca su carta usomano 300 gr

per la versione cartonata: rilegatura brossura cucita filo refe, copertina cartonata con plancia stampata 4 colori e plastificazione opaca.